Richiesta prestiti personali on line senza garante: come funziona

Richiesta prestiti personali on line senza garante: come funziona

Partiamo dalla premessa che la richiesta di prestiti personali on line senza garante equivale alla scalata di una parete rocciosa a mani nude: difficile, complicata ma non impossibile. Le probabilità di ottenere un finanziamento diminuiscono infatti sensibilmente se non si può dimostrare un reddito continuativo, e se non c’è neppure una terza persona pronta a 'garantire' con le sue risorse la richiesta del prestito.

Eppure ci sono lo stesso delle possibilità, anche se non molte. Una di queste è rappresentata dal prestito d’onore, erogato di solito mediante fondi pubblici a disoccupati o ad altri soggetti appartenenti a categorie disagiate per aprire un’attività. Per riceverlo non serve avere la busta paga o un garante, basta presentare un buon progetto imprenditoriale. Tecnicamente non è proprio un prestito personale, perché il beneficiario non può disporre dei fondi a suo piacimento, ma è comunque una buona opportunità.

Gli studenti, che ovviamente non lavorano e difficilmente possono proporre una qualsivoglia garanzia, hanno invece l’opportunità di accedere al prestito fiduciario, che viene concesso a condizioni agevolate da banche o società finanziarie convenzionate con scuole o Università, per facilitare il completamente degli studi o per l'iscrizione a un Master post laurea. Ovviamente sono privilegiati gli studenti meritevoli e con basso reddito familiare.

Tra le categorie di persone che possono provare a richiedere prestiti personali on line senza garante ci mettiamo anche coloro che non lavorano a tempo pieno (o non lavorano per niente) ma dispongono comunque di altri redditi: per esempio l’affitto di un immobile, di un terreno o una qualsiasi altra entrata fissa.

Ci sono poi ulteriori possibilità date dai prestiti cambializzati e dai prestiti ipotecari, ma sono solazioni che consigliamo di usare con le pinze, dopo attenta e approfondita valutazione, perché presentano numerosi rischi. In entrambi i casi, infatti, a fronte di una liquidità ottenuta di poche migliaia di euro c’è il pericolo, in caso di insolvenza, di vedersi sottrarre beni molto più preziosi. E forse il gioco non vale la candela.